Diario 24 – 25 Maggio 2020

L'Agner dalla Forcella
L’Agner dalla Forcella

Domenica 24 maggio
Oggi si fa sul serio, il nostro guru G. ha in programma un’escursione a Malga Agnèr e a una forcella senza nome, da cercare e salire (se ghe la femo). Partiamo da poco prima di Frassenè a quota 1020 e imbocchiamo la stradina lunga e ripida che ci porta ai pascoli di Malga Agner, a metri 1623, sotto l’imponente mole del Monte Agner. Siamo nove umani e la cagnolina Lulù, suddivisi in sei auto per i soliti Covid problemi. Da qui prendiamo un sentiero non numerato e saliamo alla Costa della Madonna, erta e molto panoramica, dove la maggior parte della compagnia si ferma, a circa 1900 metri. In tre proseguiamo sempre in inesorabile salita verso la forcella senza nome, metri 2200 circa, tenendoci alla sinistra dei paravalanghe, fino a salire alcune roccette e affacciarci dal balcone che dà sulla parete nord est dell’Agner, la valle di San Lucano e tanta altra roba. La salita è stata interminabile, bellissima, grande la mia soddisfazione per essere riuscita a superare le roccette, le vertigini e il dubbio su come ridiscendere. Grazie ai miei due compagni, sempre sicuri e sereni, l’impresa è stata più facile di quanto paventavo, la forcella merita tutta la fatica, però dubito che ci tornerei a piè leggero. Ridiscendiamo per la pala erta, ritroviamo i nostri amici e insieme torniamo a Malga Agnèr e poi giù lungo i tornanti della stradina fino alle auto, stranamente il percorso mi è parso più lungo e stancante di stamattina…il dislivello affrontato si sente, soprattutto sulle ginocchia.
Descriverò l’escursione in dettaglio sul Blog https://latracciaescursioniemontagna.com/ col n. 530.

Lunedì 25 Maggio
Pensavo di svegliarmi più affaticata, invece fisicamente sto bene, vuoi vedere che comincio ad avere un fisico da montanara? Solo la testa un po’ stanca ( penso molto…)
Visto che le gambe reggono , ne approfitto per fare le pulizie di casa, alquanto trascurata ultimamente.
Ieri ho visto il video di Alessio che salta sul tappeto elastico, il mio piccolo grillo!
Mia figlia sta cercando di “spannolinarlo” con esiti alterni, se è completamente nudo si accorge in tempo e chiama, se solo ha su una mutandina il prodotto è servito…
Ieri pareva andasse abbastanza bene, oggi invece Chiara e Silvio “sono allo stremo”, non ce la fanno più e il nido non riaprirà, Alessio è un impegno continuo, sempre in movimento. Oggi era appena caduto, una gran botta e piangeva in diretta, sto male più a vedere mia figlia sull’orlo dell’esaurimento che lui che strilla.
Prego perché il 3 giugno aprano i confini regionali.

Nel  pomeriggio vado dalla mia Mamma, ci sono anche mia sorella e le mie due nipoti. Serena e Valentina ci accompagnano in auto (due auto, siamo rigorose: passeggero dietro dalla parte opposta al guidatore, entrambi con mascherina) al Cimitero, la tomba di Papà è a posto, avevo messo tempo fa le piantine che gli piacevano, ciclamini di bosco, piantine grasse selvatiche e lasciato i fiori di “non ti scordar di me” nati da soli. Siamo tornate a piedi, mia mamma non è più abituata a camminare fuori dopo più di due mesi di clausura, ha fatto parecchia fatica, ma è risoluta a riprendere pian piano le sue abitudini.  Ho una mamma con un carattere invidiabile, non le assomiglio per niente.  

 

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.