Legami

 

bandiera

 

Dal finestrino ho visto
un vessillo correrci incontro
un poco stinto, un poco consunto
sventolava forte nel nevischio
come volesse staccarsi dall’asta.

Ho chiesto:
“Cosa ti trattiene, cosa ti tiene insieme?”
e in un attimo mi sono fatta bandiera
sbattuta dai venti, coraggiosa e inerme.

Ordito e trama mi tengono insieme
e anche quel po’ di colore di patria.
Mi tengono forte quei legacci
al palo a cui sono attaccata,
salvezza e catena.

Finché reggono mi muovo nel vento
o mi affloscio, avvolgendo il pennone.
Ora può ben battermi tutta la rosa dei venti
mi tengo forte al passato e grido:
“Madre, io non ti lasco la mano!”
ma sarai Tu, sarete Voi a staccare la presa e lasciarmi.

Mi tengo forte al futuro
grido: “Non lasciare, Figlia, la mia mano!”
Ma non sarai tu a mollare, so bene,
sarò io a scioglierti dall’abbraccio.

Mi librerò per un momento vivace aquilone
poi cadrò straccio.

 

Paola Marini Gardin

18 Gennaio 2013

In corriera con Laura, gita Unicredit. Ho visto dal finestrino una bandiera, sventolava ostinata nel nevischio, un po’ stinta. Sola.

 

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.